Home / Recensioni / Free Download / Studio – Cabaret Sauvage

Studio – Cabaret Sauvage

Genuini. Delicati e incerti come le emozioni di autunno. Le ballads dei Cabaret Sauvage si muovono nell’aria come foglie cadenti di alberi tormentati. La ricerca interiore di sapori nascosti, il mood di songs alla Neil Young traspira senza fine in Driving Home. In I’ve found myself le parti cantate strizzano l’occhio ai duetti vocali beatlesiani. C’è un istinto alla forma canzone folk-country di indubbia creatività. L’acerbo delle registrazioni casalinghe di oggi saranno frutti succosi di domani (premi critici ottenuti da La Stampa e al Massimo Ascolto). Per il momento gustiamoci la freschezza di canzoni che sanno parlare nel vento e che sanno leggere le voci del passato come in One day before, Eyes on eyes. L’epilogo di questa demo scaricabile in freedownload su Jamendo è la splendida strumentale Cabaret Sauvage dove contrappunti chitarristici sono accentati da note di tempo lontano a far sfondo ad un solo sentimento: la nostalgia.

Credits

Label: Autoprodotto – 2006

Line-up: Umberto (voix, guitare acoustique, harmonica) – Federico (voix, tambour à timbre, maracas, tambourin) – Simone (guitare)

Tracklist:

  1. I’ve found myself
  2. Part of my Dream
  3. Driving Home
  4. One Day Before
  5. Eyes On Eyes
  6. Cabaret Sauvage

Links:MySpace, Jamendo Album Download

I’ve found myself – Preview


Ti potrebbe interessare...

FINAL COVER DRAFT1

Why Hasn’t Everything Already Disappeared? – Deerhunter

‘Why make this album in an era when attention spans have been reduced to next …

Leave a Reply