Home / Recensioni / Album / s/t – Lucia Manca

s/t – Lucia Manca

Siamo esseri finiti, limitati dai contesti. Dallo spazio. Dal tempo. Da ciò che finisce, prima o poi. Ma siamo anche esseri capaci di andare oltre, fino alle sospensioni, fino ad altre dimensioni dove è il cuore a dettare le regole. Allora i sogni, i desideri, le assenze, le distanze obbediscono alla storia che decidiamo di dirigere verso la trasparenza del nostro più intenso sentire.
Lucia Manca, giovane cantautrice pugliese, firma il suo omonimo esordio discografico con una gentilezza e una delicatezza delle intenzioni e della voce che ne fanno una buona promessa di questo 2011.
Coadiuvata dalla produzione artistica di Giuliano Dottori (cantautore e chitarrista degli Amor Fou), Lucia sembra una piccola fata dei boschi che fa dolci incantesimi di scrittura liquida e fragilissima, mentre intorno si anima un universo di suoni che la seguono con maestria in ogni singolo movimento. Ogni brano è canto magico, per quella originale e personalissima vocalità da mondo fiabesco.
Un disco in cui l’amore è declinato nella sua tragicità, insicurezza, levità sotto il velo di una malinconia che s’alterna a schiarite improvvise.
Un disco di autunnale melodia, dove la parte buona del pop (in chiave dream) incontra l’intimismo del folk, accarezzando piccoli squarci rock in taluni episodi. Sogno antico, Lontano, Tutte le parole, Il tuo ritorno sono tra i brani più convincenti, mentre Incanto è la gemma più preziosa di questo scrigno che merita di essere aperto.
Un elegante e accurato esordio.

Credits

Label: Novunque – 2011

Line-up: Testi e musiche di Lucia Manca, tranne 04 (testo e musica di Giuliano Dottori) e 08 (testo e musica di Giuliano Dottori e Lucia Manca). Musicisti: Giuliano Dottori (chitarre, basso, piano, rhodes, tastiere, ukulele, percussioni e programmazioni), Andrea Rizzo (batteria e percussioni), Mauro Ingrosso (basso in 07), Michele Russo (chitarra in 05). Registrazione: batteria, basso, piano e rhodes registrati da Stefano Manca e Matilde Davoli presso il Sudest Studio di Guagnano (LE), voce, chitarre, basso, tastiere, ukulele, glockenspiel registrati da Giuliano Dottori presso lo studio Jacuzi di Milano. Missaggio: Antonio “Cooper” Cupertino presso lo studio Jacuzi di Milano. Masterizzazione: Roger Seibel al Sae Mastering di Phoenix (Arizona). Fotografia: Pierluigi De Rubertis www.pierluigiderubertis.com

Tracklist:

  1. Sogno antico
  2. Il mio canto
  3. Dea
  4. Tutte le parole
  5. Goccia a goccia
  6. Incanto
  7. Prova a cercarmi
  8. Il tuo ritorno
  9. Giochi ancora
  10. Lontano

Links:Facebook,MySpace

Ti potrebbe interessare...

artwork

The Roost – Good Moaning

Forse è la sbornia di musica tradizionale, talvolta decontestualizzata e svilita, a cui abbiamo assistito …

Leave a Reply