Home / Recensioni / Album / Blue Weekend – Wolf Alice

Blue Weekend – Wolf Alice

WolfAlice_21_cover_Senza fare giri di parole, il terzo capitolo della band londinese è e sarà il migliore album di questo 2021. Perchè? Perchè parla diretto delle sfumature della vita, quelle che colorano di “Blue nostalgia” un weekend. Dopo quattro anni dal pluripremiato Visions of a Life,  ritroviamo i Wolf Alice ancora più consapevoli dei propri mezzi, magistralmente orchestrati da Markus Dravs, produttore di capolavori come Viva La Vida dei Coldplay e The Suburbs degli Arcade Fire. Rinfrescano e reinterpretano il credo shoegaze anni novanta con un’attitudine art-pop che rende le loro canzoni di un’accessibilità e fruibilità incredibile anche quando hanno spasmi punk come in Play The Greatest Hits. La crescita di Ellie Rowsell è esponenziale. La sua versatilità vocale si evidenzia quando rappa all’inizio di Smile, quando irrompe in un canto jazz scat in Delicious Things, quando volteggia in ballate synthy mid-tempo come How Can I Make it OK  e urla nel punk rock veloce Play The Greatest Hits. Proprio in brani come How Can I Make it OK, Safe From Heartbreak e Feeling Myself Ellie Rowsell sembra ricordarci in una sola voce Kate Bush, Pj harvey e Stevie Nicks contemporaneamente. La scrittura è sempre di un certo livello, molto interiore ma protesa verso l’esterno, la condivisione di aspetti drammattici della vita di oggi come i predatori nei media in Delicious Things o la conscientizzazone della rottura di un rapporto come in No Hard Feelings. Il suono di Blue weekend è denso di sorprese, è un pop mai scontato, orecchiabile ma non spacciato per una cornice da stadio. Potremmo definirlo un pop emozionale, cinematico, perfetto per una colonna sonora di una serie ben fatta, che parla di sentimenti.  Blue Weekend è il disco dell’anno che non bisogna perdere. C’è tanto talento.

Credits

Label: Dirty Hit – 2021

Line-up: Ellie Rowsell (voce, chitarra, tastiera, sintetizzatore) – Joff Oddie (chitarra, violino, sintetizzatore, voce) – Theo Ellis (basso, sintetizzatore, voce) – Joel Amey (batteria, sintetizzatore, voce).

Tracklist:

1. The Beach
2. Delicious Things
3. Lipstick On The Glass
4. Smile
5. Safe From Heartbreak (If You Never Fall In Love)
6. How Can I Make It Ok?
7. Play The Greatest Hits
8. Feeling Myself
9. The Last Man On Earth
10. No Hard Feelings
11. The Beach II
Link: Official Site

How Can I Make It Ok? – Video

Album – Streaming

Ti potrebbe interessare...

VASCO BRONDI- PAESAGGIO DOPO LA BATTAGLIA - Cover

Paesaggio dopo la battaglia – Vasco Brondi

Vasco Brondi, dismesso il progetto Le Luci della Centrale Elettrica dopo la chiosa di Terra …

Leave a Reply