Home / Recensioni / Album / The Cost of dreaming – White Moth Black Butterfly

The Cost of dreaming – White Moth Black Butterfly

Whie_moth_black_butterfly_2021The Cost of dreaming è un grido d’aiuto. E’ la ricerca di equilibrio in questo vortice “vita”, dove perdiamo la percezione delle cose importanti e le coscientizziamo solo quando le perdiamo. E’ uno sfogo interiore in un flusso onirico, dove si dipana un pop originale con attitudine progressive non da poco. Ai White Moth Black Butterfly riesce facile sviluppare un’idea alternativa di pop, dove si intrecciano movenze synth-pop con spasmi di post-rock e world-Music, perchè stiamo parlando di un progetto in cui albergano l’anima sperimentale elettronica di Daniel Tompkins (TesseracT), la vis prog-metal del chitarrista Skyharbor e le intuizioni orchestrali del produttore e compositore Randy Slaugh. L’alternarsi delle voci (maschile e femminile) nei brani rendono ancora più varie e affascinanti le atmosfere del disco come avviene in maniera sublime in The Dreamer. Ogni traccia di The Cost of dreaming sorprenderà perchè frutto di evoluzione sonora di una band che ha base in tre continenti. White Moth Black Butterfly sembrano figli di una jam session imprevista tra M83, Goldfrapp, Röyksopp, Asia e The Pineapple Thief.

Credits

Label: KSCOPE – 2021

Line-up: Daniel Tompkins (lead vocals, programming) – Jordan Bethany (lead vocals) – Keshav Dhar (guitars, programming) – Randy Slaugh (keyboards, orchestrations, programming) – Mac Christensen (drums, percussion).

Tracklist:

1. Ether
2. Prayer For Rain
3. The Dreamer
4. Heavy Heart
5. Portals
6. Use You
7. Darker Days (feat. Kenny Fong)
8. Sands Of Despair
9. Under The Stars
10. Soma
11. Liberate
12. Unholy
13. Bloom (feat. Eric Guenther)
14. Spirits
Link: FB

The Dreamer – Video

Album – Streaming

Ti potrebbe interessare...

inhaler

It Won’t Always Be Like This – Inhaler

Attraverso una piega spazio-temporale ritorniamo agli albori degli anni ottanta. Riaffiora quel rock denso di …

Leave a Reply