Home / Recensioni / Album / S/T – Starcrawler

S/T – Starcrawler

starcrawler-2018-coverDa Los Angeles un manipolo di ragazzi riesumano il sogno del vintage rock’n’roll. Lei, Arrow de Wilde,  sfiora l’anoressia, sembra una Kurt Kobain femmina. Gli Starcrawler non inventano nulla, ma riascoltare quei riff intrisi di movenze grunge, di graffi hard-rock che hanno come unico scopo farti alzare il culetto dalla sedia e sbatterti con la testa su e giù, non è una cosa da poco. Hanno una grande attitudine live e sono più credibili dei nostri gruppetti da presunti sold out. Le canzoni le sanno scrivere. Emergono senza talent show, si fanno produrre il disco d’esordio da Ryan Adams e riescono a pensare un brano incredibile come Chicken woman. Per non parlare di Love’s gone again che ti entra veloce veloce nelle budella. In Train e Different Angels sembra di sentire la potenza grezza degli Stooges. Senza tempo e carica di spleen è la ballad Tears. 28 minuti per ricordarci che il rock è questo, che è flusso a cui ci si deve abbandonare senza paracaduti. Un rock sciamanico, lisergico, sporco di cui si sentiva la mancanza. Promettente esordio.

Credits

Label: Rough Trade – 2018

Line-up: Music by Mariusz Duda

Tracklist:

01. Train
02. Loves Gone Again
03. I Love L.A.
04. Different Angles
05. Chicken Woman
06. Pussy Tower
07. Full Of Pride
08. Let Her Be
09. Tears
10. What I Want
Link: Sito Ufficiale

Album – streaming

I Love L.A. – video

Ti potrebbe interessare...

NIN_BadWitch_Cover_Final_Web_1000-500x5002x

Bad Witch – Nine Inch Nails

C’è troppo odio per le strade. La cappa dell’ignoranza ci soffoca sempre di più e …

Leave a Reply