Home / Recensioni / Album / God’s Favorite Customer – Father John Misty

God’s Favorite Customer – Father John Misty

a0270068217_10Può capitare di vivere per mesi in una stanza d’albergo per una crisi coniugale. Può capitare di crogiolarsi in questo stato di autocommiserazione e di tristezza, di sentirsi più vecchio dell’età che si ha. Può capitare di ricordarsi che in gioventù ci avevano suggerito di credere in Dio e noi ci eravamo dimostrati tra i suoi migliori clienti a quell’epoca… ed ora in questo brutto momento sarebbe giusto che questo Dio ci venisse in soccorso. Può capitare di sentirsi completamente annullato in quella pantomima che chiamano Amore, che sappiamo solo descrivere  in una serie di macabri vignette, immagini ai limiti estremi di un’anima che non trova pace. Nulla potrà un portiere d’albergo altamente professionale, perchè Mr. Tillmann soffre di male di vivere e l’unico rimedio è quello di scrivere canzoni non sempre impegnate come quelle della “commedia umana” presenti in Pure Commedy, allora arrivano quelle intimiste, sofferenti e sarcastiche verso la sua musa ispiratrice, la compagna Emma, la HoneyBear del secondo album. E’ difficile dopo un disco come Pure Comedy presentarsi dopo appena un anno con un lavoro così carico d’emozioni. E Josh Tillmann ci riesce, abbandonando barocchismi e regalandosi alla semplice forma canzone basata su strutture binomio chitarra e voce o piano e voce, annebbiate in quelle atmosfere nostalgiche di cantautorato fine anni settanta. Tra Lennon e Jackson Browne ci commuove. God’s Favorite Customer  è uno di quei dischi che ti entra dentro e ti accompagna un’estate intera, ogni nota scava, scava forte e ti ritrovi pure tu in quella stanza d’albergo a non voler uscire, perchè fuori quel mondo non ti appartiene. Father John Misty non sbaglia neanche il quarto disco.

Credits

Label: SubPop – 2018

Line-up: Music by J. Tillman

Tracklist:

01. Hangout at the Gallows
02. Mr. Tillman
03. Just Dumb Enough to Try
04. Date Night
05. Please Don’t Die
06. The Palace
07. Disappointing Diamonds Are the Rarest of Them All
08. God’s Favorite Customer
09. The Songwriter
10. We’re Only People (And There’s Not Much Anyone Can Do About That)
Link: Sito Ufficiale

Album – streaming

God’s Favorite Customer – video

Ti potrebbe interessare...

wig386_battlelines

Battle lines – Bob Moses

Melodie uncinanti in atmosfere dense di synth-pop, elettronica sperimentale e chitarre irruenti. Un suono che …

Leave a Reply