Home / Editoriali / Deflagrante energia rock: Giorgio Ciccarelli live @ Catomes Tot (Reggio Emilia) 06/04/2018

Deflagrante energia rock: Giorgio Ciccarelli live @ Catomes Tot (Reggio Emilia) 06/04/2018

livereport_ciccarelli@reggioemilia_IMG1_201804

Metti un venerdì sera in centro. Metti un locale piccolo, con un palco piccolo che contribuisce a creare un’atmosfera intima. Metti un musicista che conosci bene in altre vesti, ma sei curiosa di scoprire nella sua “nuova vita” artistica ed ecco servita la ricetta per una serata ben riuscita.
Giorgio Ciccarelli non ha bisogno di grandi presentazioni. Il chitarrista, cantante, autore e compositore, ha suonato per anni con gli Afterhours, con i Sux! e i Colour Moves per poi reinventarsi come solista.
L’apertura del live è affidata a gli Orkestrina (Erik Montanari alla chitarra e voce e Davide Massarini alla fisarmonica e voce). Il duo reggiano intrattiene il pubblico per una mezz’oretta con il suo pop melodico di stampo cantautorale. Una bella scoperta, da tener d’occhio.
Arriva il momento per Giorgio Ciccarelli di salire sul palco. I suoi album solisti (Le cose cambiano, del 2015, e Bandiere, uscito poche settimane fa) hanno un sound interessante, accattivante perciò va da sé che la curiosità di vederlo dal vivo in questa nuova veste fosse tanta.
La partenza è affidata all’ipnotica Bandiere, dall’album omonimo, per poi proseguire con le energiche Dentro e fuori e Voltarsi indietro, tratte sempre dall’ultimo lavoro in studio di Ciccarelli. Sul palco trova spazio anche Gaetano Maiorano, che si destreggia tra chitarra, voce, loop station, distorsioni, synth e drum-machine.
La prima cosa che salta all’occhio è l’energia sprigionata dai due musicisti: un’esplosione talmente dirompente da far sembrare il palco del Catomes Tot ancor più piccolo di quanto non sia.
Il resto del live si basa per lo più su brani tratti da Le cose cambiano. Amore: è una parola, Non puoi tradire un amico, Venga il mio regno sono alcuni dei pezzi snocciolati durante il live da un Ciccarelli in gran forma, che diverte divertendosi. Un’ora o poco più vola via tra energia, rabbia, racchiuse in una scarica rock.
Nella scaletta trovano spazio anche Nudo e Bella giornata, brani che appartengono al repertorio dei Sux!, una delle band nella quale ha militato il chitarrista.
Anche in versione solista Giorgio Ciccarelli si conferma un ottimo musicista. Nonostante il pubblico non fosse quello delle grandi occasioni, il chitarrista è riuscito a intrattenerlo e coinvolgerlo, tanto che è stato richiamato sul palco per un paio di bis. Un live breve, ma intenso, che non ha deluso per niente le aspettative.

Ti potrebbe interessare...

ph: Chiara Ceccaioni

Ad un passo dalla Luna tra carezze cosmiche: intervista ai JoyCut

Il Meltdown Festival rappresenta uno dei più importanti appuntamenti estivi della scena londinese. Sin dal …

Leave a Reply