Home / Recensioni / Album / Tregua – Felpa

Tregua – Felpa

recensione_felpa-tregua_IMG_201803Daniele Carretti (Offlaga Disco Pax e Magpie) è Felpa per questo progetto “Elettropopcantautoraleguardandosilescarpe”, come lo definisce l’artista. Dopo Abbandono e Paura, ecco Tregua. Il disco si apre con il pezzo strumentale intitolato Svegliarsi: il ritmo è quello delle ombre che si ritirano oltre le colline lasciando la radura nuda allo sguardo. Ancora è uno shoegaze mitigato e languido, talmente tanto da non aver più colore, i testi attraversano questo muro denso con domande e risposte che attingono ad un ecosistema privatissimo. Si attende una scossa, una virgola a questo fiume esistenzialista raccontato ma che non arriva mai. Anche Ascoltare rischia di avvilupparsi tra le sue stesse corde di “confessioni salmodiate“. Dormire azzarda dei deboli strappi sintetici come tappeto ma ci si perde, comunque, in un magma senza alcun piglio. Anche il sogno dovrebbe destare pensieri e non favorire solo un lungo sonno.

Credits

Label: Sussidiaria 2018

Line-up: Daniele “Felpa” Carretti (voce, strumenti)

Tracklist:

  1. Svegliarsi
  2. Ancora
  3. Distante
  4. Illumina
  5. Polare
  6. Onde
  7. Ascoltare
  8. Dormire

Link: facebook

Tregua – streaming

Ancora – video

Ti potrebbe interessare...

FLO - La Mentirosa - Copertina

La Mentirosa – Flo

La ‘bugiarda’ del titolo non è una singola incarnazione di Flo, è la sintesi di un …

Leave a Reply