Home / Recensioni / Album / The Anthology – Emerson Like & Palmer

The Anthology – Emerson Like & Palmer

ELP-The-AnthologyNel 1970 un trio di ventenni inglesi riusci nell’impresa di far scontrare due giganti: uno era vecchio e secolare, la musica classica, e l’altro era giovane e spregiudicato, il rock. Da questo scontro-incontro nacque il progressive rock. Questo super-gruppo era costituito da Keith Emerson (tastierista dei Nice), Greg Like (bassista, chitarrista, voce dei King Crimson) e Carl Palmer (batterista dei Crazy World). Questi ragazzi dotati di grande tecnica esecutiva e grande creatività compositva scardinarono il concetto dell’easy listening nel rock, importando in esso gli stilemi e le strutture armoniche della musica classica: pezzi di lunga durata dove le parti strumentali erano preponderanti su quelle cantate, partiture di autori classici rivisitate in chiave rock, testi ispirati a poeti inglesi, salti repentini dal jazz al folk. La loro rivoluzione fu totale per il rock di quell’epoca, le parti solistiche non erano affidate ad un chitarrista ma ad un tastierista che con le sue perfomance live toglieva la scena anche ai migliori guitar hero di quegli anni. Keith Emerson fu il più grande virtuoso dell’organo Hammond e il primo a portate su un palco il maestoso sintetizzatore Moog. Negli anni settanta i dischi degli ELP hanno venduto milioni di copie, dimostrando che l’intrattenimento nella musica leggera può essere basato anche su fondamenti culturali ed artistici elevati, che la massa può essere educata ed alimentata alla bellezza complessa. Questa antologia non è un ‘operazione commerciale, ma una giusta pubblicazione in memoria di Keith Emerson che il 10 marzo 2016 ci ha lasciato all’età di 71 anni, sparandosi un colpo di pistola alla tempia. Le nuove generazioni che fruiscono questa musica liquida, realizzata con un Mac, copiando ed incollando pattern musicali come una costruzione Lego, che vivono di playlist e non di album, devono sapere che c’è stato un tempo in cui le case discografiche avevano rispetto dei loro clienti,  li volevano pieni di immaginazione ed non coercizzati. Veniamo a questo viaggio di trentanove tracce selezionate dagli album Emerson, Lake & Palmer, Tarkus, Pictures At An Exhibition, Trilogy, Brain Salad Surgery, Welcome Back My Friends To the Show That Never Ends, Works Volume 1, Works Volume 2, Works Live, Love Beach, Live At Nassau Coliseum ‘ 78. Black Moon, In The Hot Seat, Live At The Royal Albert Hall 1993 e Then & Now. La selezione è stata approvata dai membri del gruppo ed è stata realizzata in una confezione sontuosa con libretto informativo contenente le note di Chris Welch e raro materiale illustrato. Le tracce che spiccano sono le magnifiche remasterizzazioni di The Barbarian, Lucky Man, la suite Tarkus e soprattutto le perfomance live di brani come Nutrocker, The sage al Newcastle City Hall (1971) , Pirates in Nassau 1978 e la celebre Toccata. Nell’ascolto di questo triplo CD si potranno apprezzare citazioni da numerosi compositori della classica come Béla Bartók, Janacek, Aaron Copland, Mussorgskij per Pictures at an Exhibition, Ravel per la struttura di Abandon’s Bolero e Bach. Un ottimo punto di partenza per scoprire ed approcciare una delle leggende del rock.

Credits

Label: BMG – 2016

Line-up: Keith Emerson (tastierista), Greg Like (bassista, chitarrista, voce) e Carl Palmer (batterista).

Tracklist:

CD1:
01 – The Barbarian
02 – Take A Pebble
03 – Knife Edge
04 – Lucky Man
05 – Tank
06 – Tarkus:
i. Eruption
ii. Stones Of Years
iii. Iconoclast
iv. Mass
v. Manticore
vi. Battlefield
vii. Aquatarkus
07 – Bitches Crystal
08 – The Only Way (Hymn)
09 – Infinite Space (Conclusion)
10 – A Time And A Place
CD2:
01 – The Sage (Live at Newcastle City Hall, 1971)
02 – The Great Gates Of Kiev (Live at Newcastle City Hall, 1971)
03 – Nutrocker (Live at Newcastle City Hall, 1971)
04 – The Endless Enigma (Part 1)
05 – From The Beginning
06 – The Sheriff
07 – Hoedown
08 – Abaddon’s Bolero
09 – Jerusalem
10 – Toccata
11 – Still… You Turn Me On
12 – Karn Evil 9 1st Impression Part 1
13 – Karn Evil 9 1st Impression Part 2
14 – Toccata (Live In Anaheim, 1974)
CD3:
01 – Piano Concerto No.1 (1st Movement) (Allegro Giojoso)
02 – Fanfare For The Common Man
03 – Brain Salad Surgery
04 – I Believe In Father Christmas
05 – Honky Tonk Train Blues
06 – Peter Gunn (Live – 1977/1978)
07 – C’est La Vie (Live at Olympic Stadium, Montreal, 1977)
08 – Love Beach
09 – Canario
10 – The Pirates (Live in Nassau 1978)
11 – Affairs Of The Heart
12 – Romeo And Juliet
13 – Hand Of Truth
15 – Paper Blood (Live)
16 – Tiger In A Spotlight (Live – NOW Tour: 1997/1998)
Link: Sito Ufficiale.

Emerson, Lake and Palmer “Pictures at an exhibition full live video

Ti potrebbe interessare...

recensione_giuseppefiori-spazidivitascomodi_IMG_201711

Spazi di vita scomodi – Giuseppe Fiori

Giuseppe Fiori esordisce con Spazi di vita scomodi, il suo primo album solista. In realtà …

Leave a Reply