Home / Recensioni / EP/Self Released / Volcano – Ongaku Motel

Volcano – Ongaku Motel

recensione_OngakuMotel-Volcano_IMG_201602Dopo Ogni Strada E’ Un Ricordo (Novembre 2014), esce il secondo EP degli Ongaku Motel, dal titolo Volcano. Sei brani slegati tra loro, buttati lì volutamente senza una trama precisa. Questo è infatti il risultato di un periodo di produzione artistica particolarmente intenso della band, che ha dato vita a qualcosa di completamente nuovo rispetto ai pezzi registrati in precedenza e che quindi ha portato alla decisione di “fissare” questo cambiamento su un supporto.
Gli interessanti cambi di ritmo presenti in quasi tutti i brani vivacizzano l’intero EP; i suoni puliti, lineari e poco ingombranti lo rendono orecchiabilissimo, semplice da ascoltare e di compagnia. La maggior parte dei brani inoltre prende spunto, assimila ed attualizza tutta la scena cantautorale degli anni 60-70.
Un bel lavoro questo della giovane band milanese che a molti incuriosirebbe ascoltare anche dal vivo.
Una piccola nota conclusiva:”Ongaku” in giapponese significa musica e la sua traduzione letterale è “gioia dei suoni“. “Motel” evoca invece la bellezza del viaggio, la passione delle fughe d’amore, ma anche il disagio legato al degrado sociale. Ongaku Motel è il desiderio di trovare positività anche laddove non parrebbe essercene, creare un mondo di suoni che al di là delle difficoltà di ogni giorno, ci possa proteggere e riempire di gioia, anche solo per una notte.

Credits

Label: autoprodotto – 2015

Line-up: Fabio Pellegrini (Voce, Chitarra Acustica) – Davide Giusto (Batteria) – Pierre Idà Lojercio (Basso, Ukulele, Voce)

Tracklist:

  1. Occhi Pesti
  2. Il Bivio
  3. Grandina
  4. Vendetta
  5. Brindo Con Seppia
  6. Amare Gli Amari

Link: Facebook

Volcano – streaming

Brindo con Seppia – video

Ti potrebbe interessare...

King Hannah

I’m Not Sorry, I Was Just Being Me – King Hannah

Ecco un duo che non ti aspetteresti arrivare da Liverpool, grazie al torrido suono stoner …

Leave a Reply