Home / Recensioni / EP/Self Released / EP 01-02-03 – I’m not a blonde (but I’d love to be Blondie)

EP 01-02-03 – I’m not a blonde (but I’d love to be Blondie)

recensione_ImnotablondeEP010203_IMG_201509I’m not a blonde (but I’d love to be Blondie) sono un duo electro-pop di recente formazione. Hanno già un discreto successo e riconoscimento. Quale il merito di Chiara “Oakland” Castello e Camilla Matley? Essere originali creando un melting pot musicale coinvolgente e mai banale.
Le doti musicali di Chiara le conosciamo bene già dalla sua passata e prolifica esperienza con le ali dei 2Pigeons, e con questo nuovo progetto al femminile scopriamo nuovi dettagli e peculiarità di una artista sorprendente.
A partire da settembre 2014 il nome I’m not a blonde inizia a girare per la pubblicazione di un Ep autoprodotto (EP01) che viene annunciato come primo capitolo di una trilogia di Ep che saranno poi pubblicati nei mesi successivi. L’ultimo di questi (EP03) ha visto la luce a Luglio 2015. A tutti gli effetti, unendo i tre dischi, abbiamo in mano un lavoro completo di nove brani che possiamo ascoltare ed osservare nella sua interezza: un’ampia finestra nel mondo colorato di I’m not a blonde.
Ritmi anni ’80, elettronica “pulita” che si unisce a alla voce di Chiara ed alla preziosissima chitarra di Camilla, con un piglio talvolta un po’ funky, qualche rimando spudoratamente ’90, un’ironia pop genuina ed ammirabile.
Dal vivo le I’m not a blonde sono esplosive, fanno ballare e risultano perfette nell’esecuzione di brani che appaiono tutti così semplici all’orecchio ma nascondono dettagli, costruzioni e ritmi anche complessi.
Divertimento che impedisce ai piedi di stare fermi (Bad Buke Good Gaze), ma anche intensità emotiva (Not Lost), disinvoltura dance e pop assolutamente non banale (The Contract), ritmi affettati, melodie spigolose ed affascinanti (Stop Tempo, Come Konka!): questi gli ingredienti musicali delle I’m not a blonde, che unite ad una precisa ed efficace ricerca sull’immagine che spazia dagli abiti indossati nei live fino al particolare artwork dei dischi, rendono il tutto splendidamente accattivante.
I’m not a blonde è un progetto che farà parlare a lungo perchè, semplicemente, come loro non c’è nessuno.

Credits

Label: autoprodotto – 2014/2015

Line-up: Chiara ” Oakland ” Castello – Camilla Matley

Tracklist:

EP 01

    1. 01 Bad Buke Good Gaze
    2. Peter Parker
    3. Stop Tempo

EP 02

    1. If
    2. Tudis
    3. 21

EP03

    1. The Contract
    2. Come Konka!
    3. Not Lost

Link: BandCamp, Facebook

EP01 EP02 – EP03 – streaming



If – video

 

Ti potrebbe interessare...

Ex-Re-Album-Packshot-SMALL

S/T – Ex:Re

Flusso di coscienza del naturale processo di autoeliminazione. Come elaborare un lutto, processare la fine …

Leave a Reply