Home / Recensioni / Album / Donsusai – Fabrizio Frigo & The Freezers

Donsusai – Fabrizio Frigo & The Freezers

recensione_FabrizioFrigo-Donsusai_IMG_201501I Fabrizio Frigo and the Freezers (FF&F) arrivano da Firenze e sono attivi dal 2011. A partire dalla biografia, si capisce che siamo di fronte ad una band che fa dell’ironia il suo punto di forza. Narrano, infatti, di essere gli interpreti ufficiali di un fantomatico cantautore surrealista francese, Fabrizio Frigo appunto, ritiratosi da oltre un decennio dalla scena internazionale e che i loro brani sono, in realtà, “rivisitazioni di pezzi del Maestro in chiave electro-pop”. A inizio del 2013 arriva il primo EP (omonimo ed autoprodotto) mentre il 2015 è l’anno della pubblicazione del loro primo album, Donsusai, pubblicato il 9 gennaio.
La musica proposta dai Fabrizio Frigo è una miscela tra elettronica, pop e rock. Energica, che batte in testa, basata su testi surreali, che da una parte inneggiano al divertimento, al godersi la vita al massimo e, dall’altra, ci mostrano stress, noia, aspiranti suicidi. Un’alternanza che regala all’album una chiave di lettura leggera, grazie anche a melodie facili, efficaci, che arrivano e rimangono in testa al primo ascolto.
A detta della band, Donsusai direbbe di se stesso “sono giallo, giro un sacco e mi diverto”. A voi non resta altro da fare che prenderli alla lettera: inserite il loro cd giallo nel lettore, fatelo girare e divertitevi.

Credits

Label: Running Dog/Audioglobe – 2015

Line-up: Enrico Mocenni (alias Tony Frigo) (voce) – Giacomo Grassi (alias Paolo Frigo) (chitarra) – Lorenzo Furferi (alias Furio Frigo) (synth) – Nicola Borghini (alias Elia Frigo) (basso) – Lorenzo Banchini (alias Enzo Frigo) (batteria)

Tracklist:

  1. Expò-Melò
  2. Marty Ares
  3. Stress mon amour
  4. Il treno delle tre
  5. Giulietta
  6. Lo spazio inutile
  7. Generazione di fenomeni
  8. Crudo
  9. La coda
  10. La noia

Links: FacebookSito Ufficiale

 

Donsusai – streaming

 

 

Ti potrebbe interessare...

SAN113LP_12Dprint_

Niente di nuovo tranne te – Andrea Satta

A quasi dieci anni dall’ultima prova dei Têtes de Bois, Andrea Satta approda al suo …

Leave a Reply