Home / Editoriali / Nuove strade del metal: intervista a Jonas Renkse (Katatonia)

Nuove strade del metal: intervista a Jonas Renkse (Katatonia)

I Katatonia sono una band metal svedese in attività dai primi anni novanta. Sono considerati i precursori del death-doom metal. Come gli Anathema, hanno recentemente depurato la loro vena metal in una direzione più melodica evolvendo il loro suono fuori dagli stilemi classici di genere. Il culmine di questa metamorfosi è stato raggiunto nei loro ultimi due lavori: Night Is the New Day e Dead End Kings. In particolare Dead End Kings è stato ri-arrangiato ed ha dato vita ad nuovo disco Dethroned and Uncrowned. Incuriositi da questo modo di sperimentare con il metal e la melodia, abbiamo incontrato Jonas Renkse,  il leader del gruppo.

Possiamo dire che Dead End Kings era così ricco di melodia che è stato naturale pensare di realizzare questo re-working Dethroned and Uncrowned ?
Sì, la base del disco in termini di canzoni ed arrangiamenti era cosi stabile che potevamo permetterci di spogliarlo dei suoi contenuti più duri ed allo stesso tempo preservare l’anima del disco.

Dethroned and Uncrowned  ha degli arrangiamenti senza i classici drumming metal e riff di chiatarre, ma non perde il suo mood metal. Cosa pensi a riguardo?
Ascoltandolo, puoi presupporre che sia stato scritto da una band metal…  si muove in quel territorio, però penso che sia un disco non ascrivibile a alcun genere.

Qual è la canzone di Dethroned and Uncrowned  che ti risulta migliore come versione rispetto all’originale presente in Dead End Kings?
Difficile dire, tutte le versioni hanno il loro fascino. Comunque io sono felice di ascoltare Buildings in queste nuova versione.

Qual è il principale tema dei testi di Dead End Kings/ Dethroned and Uncrowned? Possiamo parlare di un concept album?
Non è un concept album. I miei testi trattano argomenti soliti, ma per ogni nuovo album cerco di allargare i miei orizzonti. La maggior parte sono ispirati ispirata direttamente dalla mia vita e da certe lotte in essa.

Le nuove strade di re-working per album metal come Dethroned and Uncrowned potrebbero essere una chance di rinnovare il genere metal? Per esempio questo è accaduto con le produzioni della K-Scope per il genere progressive…
Sicuro, è un modo creativo di vedere la nostra arte da un differente angolo. Molte band dovrebbero provare a fare questa esperienza e sarebbe un successo.

Abbiamo intervistato Bruce Soord per il disco Wisdom of Crowds. Cosa pensi di questa collaborazione?

Una collaborazione divertente, l’album che abbiamo registrato è grandioso. In dicembre andremo in tour a promuoverlo, sarà un’esperienza interessante.

Cinque album da suggerire ad un amico per un viaggio?

J. Tillman – Singing Ax, Storm Corrosion – s/t, Sun Kil Moon – Admiral Fell Promises, John Grant – Pale green ghosts, Midlake – The courage of others

Buildings – Video Promo

Ti potrebbe interessare...

sw_2020_feimage

In arrivo il nuovo album di Steven Wilson

STEVEN WILSON annuncia il nuovo album THE FUTURE BITES in uscita il 12 giugno su thefuturebites.com …

Leave a Reply