Home / Recensioni / Album / The earth cries blood – The child of a creek

The earth cries blood – The child of a creek

Lorenzo Bracaloni, in arte The child of a creek, ha pubblicato con Seahorse Recordings il suo nuovo intensissimo album. Solito a sonorità rarefatte e psichedeliche, l’autore livornese prosegue il suo percorso di crescita. A differenza dai primi lavori che disegnavano i paesaggi della natura, con questo The earth cries blood Bracaloni sembra spingersi oltre andando a definire invece i rilievi e le anse dell’anima. La natura, l’ambiente, la “terra che piange sangue” pare non siano più i soggetti principali dei brani ma le metafore più efficaci per descrivere i turbamenti umani.
Scritto in un periodo difficile per l’autore,
The earth cries blood risente di questo clima che viene intensamente trasposto nella musica. La voce ha un ruolo secondario (seppur quasi sempre presente), mentre la musica, più psichedelica ma anche intimista, svolge il ruolo principale.
Un disco complesso e poco immediato che, come tutti gli altri lavori di Bracaloni, concede i suoi splendori solo ad un ascolto attento e totale. Bisogna perdere se stessi per trovare l’essenza di questo disco e per quanto possa essere poi gratificante, di certo la fatica richiesta risulta un punto a sfavore nel giudizio del lavoro.
Impreziosito dalla voce femminile di Pantaleimon (già con i Current 93) nel brano
Don’t cry the moon, l’intero album si distingue per una grande eleganza dei suoni, ricchi e vari ma allo stesso tempo essenziali. Tinte cupe e sofferte che trovano solo raramente gli sprazzi di luce di un Sole basso e tiepido.
Prodotto, composto, suonato, registrato e mixato in autonomia da Lorenzo Bracaloni, il disco è sicuramente espressione di una grande capacità paragonabile a quella di un artigiano che leviga il legno con pazienza e dedizione, donando forme uniche alla materia prima.
Un lavoro solitario che forse è maturato abbastanza per potersi in futuro affiancare ad altri musicisti o produttori, al fine di offrire musica nuova senza snaturare l’essenza artistica del progetto The child of a creek.

Credits

Label: Seahorse recordings – 2013

Line-up: Lorenzo Bracaloni

Tracklist:

  1. Morning comes
  2. Remembrances
  3. Journeys of solitude and loss
  4. Leaving this place
  5. Black storms fly high
  6. Terrestre
  7. The long way out
  8. Birds on the way home
  9. Don’t cry to the moon
  10. My will to live
  11. The earth cries blood

Link: BandCamp, Sito ufficiale

Ti potrebbe interessare...

Ex-Re-Album-Packshot-SMALL

S/T – Ex:Re

Flusso di coscienza del naturale processo di autoeliminazione. Come elaborare un lutto, processare la fine …

Leave a Reply