Home / Recensioni / Album / Rats – Balthazar

Rats – Balthazar

I Balthazar sono una band belga formatasi nel 2004. Dopo un ep omonimo del 2006, nel 2010 danno la luce Applause e seguono i Deus come apripista del loro tour. Nell’autunnno del 2012 esce il loro nuovo album dal titolo Rats. Dieci tracce che guardano al gusto retrò della nostalgia di certi chansonnier francesi come Serge Gainsbourg, alla linea di certe melodie più moderne come quelle di Beck e al cantato roco e scandito di grandi come Lou Reed. Un album carico di antinomie dettate dal desiderio di essere stretti e da quello di fuggire via, una scala di colori che parte dal grigio dei paesaggi delle terre del nord, che si lasciano respirare nella loro nebbia tra linee di basso e chitarra che si incrociano con dovizia semplice agli archi e ai fiati, per arrivare al calore delle scala dei rossi degli alberi autunnali nelle armonie vocali su cui si intrecciano le tinte di inchiostro nero per una penna da cui non fluisce miele colante, ma parole come topi che vivono in una nave che affonda (Sinking ship). Un album di indie pop che, pur non essendo quello che si può definire un capolavoro, arriva immediato nella sua semplicità melodica e nella mancanza di fronzoli testuali, che si lascia ascoltare nell’intima quiete delle lunghe giornate invernali.

Credits

Label: Play it Again Sam – 2012

Line-up: Maarten Devoldere – Jinte Deprez – Patricia Vanneste – Simon Casier – Christophe Claeys

Tracklist:

  1. The Oldest of Sister
  2. Sinking Ship
  3. Later
  4. Joker’s Son
  5. The Man Who Owns The Place
  6. Lion’s Mouth (Daniel)
  7. Do Not Claim Them Anymore
  8. Listen up
  9. Any Suggestion
  10. Sides

Links: Facebook

Ti potrebbe interessare...

IMG_5040

Sprecato – James Jonathan Clancy

La notte dell’anima non ha confini. Il castello del nostro Io più profondo non potrà …

Leave a Reply