Home / Recensioni / Album / Io non credo – Luminal

Io non credo – Luminal

Da non crederci. Davvero. Questione di stimoli interni ed esterni: un giorno ascolti un disco e ti lascia indifferente, lo ascolti il giorno dopo e te ne innamori. Il disco è sempre quello, un supporto fisico quasi indeformabile, quindi forse è l’ascoltatore ad essere cambiato, ad aggiungere qualcosa alla musica, ad ampliare le proprie capacità di lettura ed ascolto tramite la propria vita. Basta un giorno, quello giusto. Oppure sbagliato… chissà. Rimane il fatto che il disco dei Luminal può trascinarti e tirare fuori quella rabbia che non sai di avere, quel conflitto tra te ed il mondo che ti schiaccia.
Si canta di rivoluzioni, perse in battaglia o perse come i treni che vedi partire mentre il tuo cuore esplode in gola in un’inutile corsa. Si parla di rivoluzioni vinte ma sporcate e sprecate, si parla di riscatto e speranza.
Per fare questo i Luminal, quartetto romano alla prova del secondo album, percorrono le strade del post-punk, della new-wave e del cantautorato senza disprezzare aperture nella melodia.
Due voci agli antipodi per dare corpo ai continui conflitti: uomo e donna, rabbia e passione, dolore e redenzione.
C’è tanta forza nei Luminal, nelle corali esplosioni musicali, nei graffi della chitarra e nei testi di ogni brano.
E poi c’è quella ricerca di equilibrio tra le sonorità più cupe e la melodia, quest’ultima usata con semplicità e parsimonia: ossigeno puro somministrato come cura per questo mondo asfittico.
Ossessivi ed emozionanti, i Luminal sono qualcosa di imperfetto, di reale, con un disco strano, incasinato, pieno di luci ed ombre e tanta passione, come le nostre vite (“lui vivrà se io vivrò”Si può vivere). Forse è proprio questo il segreto di Io non credo: non vuole essere il migliore (Niente di speciale), vuole essere sé stesso in un mondo dove tutti sono contro tutti (Alle gegen alle).
Tutti gridano è finita, ma sono sicuro: i Luminal avranno ancora tante cose da raccontarci.

Credits

Label: Black Fading Records/Action Directe – 2011

Line-up: Carlo Martinelli – Alessandra Perna – Vanessa Lentini – Alessandro Commisso

Tracklist:

  1. Signore e signori dell’accusa
  2. Io non credo
  3. Si può vivere
  4. Non è ancora finita baby blues
  5. Il giorno sulla collina
  6. Niente di speciale
  7. Alle gegen alle
  8. L’ultima notte
  9. Tutti gridano è finita

Link: Sito ufficiale, MySpace

Ti potrebbe interessare...

Guarino_rec

Io, Tu e le Altre – Francesco Guarino

Francesco Guarino è un cantautore italiano originario di Sassari ma da diversi anni ormai in …

Leave a Reply