Home / Recensioni / EP/Self Released / Erre Vallanzasca – Bar Noir

Erre Vallanzasca – Bar Noir

La musica può essere un sussurro. La musica può essere una voce sguaiata. La musica può essere un urlo di rabbia. La musica può essere una voce che declama, che racconta rabbia e te la sputa in faccia attraverso un megafono. Questi sono i Bar Noir, formazione romana che dal 2009 cerca di farsi notare nel panorama musicale italiano facendo del reading il loro modo per comunicare. Nel 2010 hanno pubblicato un ep totalmente autoprodotto che porta il nome della band. Il 21 gennaio 2011 segna l’uscita di Erre Vallanzasca, secondo ep dei Bar Noir, prodotto dall’etichetta romana Sputnik.
Tre brani, tre storie da raccontare per mostrare il lato oscuro, quello più noir di questa società. Erre Vallanzasca, brano dedicato ad una delle figure più controverse della malavita italiana. Un brano nato non per celebrare, ma per capire, per domandarsi “dov’è quel cuore?”, per sapere “dove si va per non sognare?”. Due di noi, per raccontare di una storia che vive, nonostante le mancanze, nonostante le madri, i preti. Radio Londra, per ricordare chi ha avuto il coraggio di lottare per difendere la propria patria, la propria dignità. Tre brani da prendere e ascoltare con attenzione.
Sonorità in bilico tra post-rock e post-punk, arrangiamenti raffinati, recitato evocativo, che rende i testi ricchi di patos. Ecco la forza dei Bar Noir, una band che non passa certo inosservata.

Credits

Label: Sputnik – 2011

Line-up: Guido Cannizzaro (voce, chitarra) – Raimondo Ferraro (chitarra) – Claudio Verona (basso) – Dario Brugnò (batteria)

Tracklist:

  1. Erre Vallanzasca
  2. Due di noi
  3. Radio Londra

Links:MySpace

Erre Vallanzasca – Preview

Ti potrebbe interessare...

SAN113LP_12Dprint_

Niente di nuovo tranne te – Andrea Satta

A quasi dieci anni dall’ultima prova dei Têtes de Bois, Andrea Satta approda al suo …

Leave a Reply