Home / Editoriali / High Fidelity

High Fidelity

hfSono felice di scrivere due righe su questa nuova rubrica che coniuga libri e musica, nata una sera d’inizio autunno, mentre pre-gustavamo le note acustiche di un live set, dalle mie chiacchiere briose con i genitori di LostHighways. A loro va il mio sincero ringraziamento per avermene affidato la cura. Abbiamo definito il resto sorseggiando un bicchiere di Montepulciano, scegliendo di chiamare questa nuova creatura High Fidelity, perché intimamente legati a ciò che queste due paroline evocano.
La musica è quella suonata. E quella che poi finisce nelle pagine dei libri che finiamo per amare. E quella che magari poi diventa l’anima di un film che percorre la nostra vita, di cui ogni singolo momento sembra diventare assoluto perchè cristallizzato da una canzone.
Abbiamo scelto di dedicare la nuova rubrica a quei libri che ci raccontano di musica.
Quello che intendiamo proporre a voi lettori sono pagine inedite, approfondimenti e rarità sul panorama musicale nostrano e internazionale, biografie insolite di musicisti di ieri e di oggi, riflessioni esclusive su correnti musicali, o su temi non ancora sviscerati completamente.

In definitiva desideriamo destare il vostro interesse fornendovi ulteriori stimoli…  siete degli assolutisti?!

High Fidelity (Directed by Stephen Frears – 2000 dall’omonimo romanzo di Nick Hornby – 1995)

Ti potrebbe interessare...

PPS_Tour_b

DAVIDE “BOOSTA” DILEO in Post Piano Session Tour

DAVIDE “BOOSTA” DILEO Da oggi 14 ottobre in tour nei teatri e nei club per …

Un solo commento

  1. Adoro questo film e questa è una delle scene che adoro :) Bella questa iniziativa, mi piace 😉

Leave a Reply