Home / Recensioni / Album / Infernal Heights for Drama – Amute

Infernal Heights for Drama – Amute

amuteAmute è un vecchio progetto che acquisisce una forma nuova: Jérôme Deuson ha già due album all’attivo, ma il primo album ufficiale come band è questo: Infernal Heights for Drama. Un disco senza dubbio particolare che non si sa dire se arrivi dall’estremità più lontana dell’universo o dalle viscere della terra; non si può stabilire se il suono sia alieno, fuori da noi, o invece nella cellula più nascosta del nostro organismo. Definito dalla band un lavoro di “intricato post-folk, con ballate e violenza, psichedelia e disperazione”, è un album che attira attenzione sin dalle prime note sconnesse di Break: un piano che apparentemente inciampa in un loop obbligato. Tempo e modo cambiano in ogni brano, fino a dilatarsi nei quasi undici minuti di Enclosed Movements/Inner you, rock intinto nell’elettronica, minimale ma eclettico, psichedelico ma quasi matematico nell’incedere del tempo dei loop incatenati come mantra, a sostenere voci che potrebbero arrivare da chissà dove o forse nascondersi nella mente di chi ascolta. E non aspettatevi nemmeno che il canto mantenga la stessa sfumatura nei brani. Le voci si adagiano, sovrappongono e distorcono, cambiando maschera ad ogni brano, dal canto sussurrato e poi tirato di Begone, fino al lamento di No other man.
Servirà un po’ di pazienza nell’avvicinarsi a questo disco: il suo scorrere non è sempre facile da seguire, potrà apparire a volte come un vagare senza meta. Se però gli si concede la giusta attenzione, senza dubbio saprà come conquistarsi un proprio spazio. A guardare da un altro punto di vista, la concentrazione richiesta dall’ascolto di Infernal Heights for Drama sta anche significare che non è affatto superficiale, bensì complesso, criptico. Tutto ciò gioca a favore degli Amute: fatevi tentare da qualcosa di inaspettato.

Credits

Label: Intr.Version/Still – 2009

Line-up: Jérôme Deuson, Thomas Venegoni, Samuel Volan, Jp De Gheest

Tracklist:

  1. Break
  2. May Faint
  3. Begone
  4. Enclosed Movements / Inner You
  5. When Things Are Not Going Right
  6. Spread
  7. No Other Man
  8. EyElash : Fukt

Links:Sito Ufficiale,MySpace

Ti potrebbe interessare...

SAN113LP_12Dprint_

Niente di nuovo tranne te – Andrea Satta

A quasi dieci anni dall’ultima prova dei Têtes de Bois, Andrea Satta approda al suo …

Leave a Reply