Home / Recensioni / Album / In Treno – Salvatore Schisano

In Treno – Salvatore Schisano

Salvatore Schisano nasce a Napoli. Quando ha 3 anni il padre gli regala una piccola chitarra e da quel momento inizia a creare melodie. Nel 1984, tredicenne, incontra un chitarrista blues, Giovanni Marino e inizia a studiare musica. Collabora con diverse realtà locali, dove spazia dal rock al pop, suona la chitarra e scrive i primi testi. Per oltre dieci anni calca una miriade di palcoscenici finché, nel 1997, si sposta a Firenze e collabora con alcune cover band toscane. Fonda la Fi.Na. Cover Band che riunisce musicisti napoletani, romani e fiorentini e frequenta l’accademia musicale Modern Academy di Scandicci dove approfondisce gli studi di armonia e tecnica chitarristica e si avvicina al jazz ed al blues attraverso la partecipazione a seminari con artisti come Nick Becattini, Riccardo Onori, Stefano Allegra, Fabrizio Moranti. Nel 1999 torna a Napoli. Nel 2001 nasce la collaborazione con Mario Castiglia, vocalist impegnato in collaborazioni con numerosi nomi di spicco del panorama della musica, tra cui Celine Dion. Insieme studiano uno spettacolo improntato sugli standards jazz rivisitati che approda nel 2002 sugli schermi televisivi. Sempre nel 2002 incontra le armonie brasiliane di Gaetano Natale e ne rimane folgorato. Inizia a scrivere i testi, a sistemare gli arrangiamenti di quelle che diventeranno poi le canzoni dell’album In Treno, nel quale, per la prima volta, si cimenta anche nel canto, aiutato da Antonio Silvestri e Gianluca Lione. Continuano nel frattempo le collaborazioni artistiche live sia in Italia che in Europa, soprattutto all’insegna dei ritmi brasiliani. Nel 2006 avviene l’incontro con alcuni musicisti di singolare talento artistico – Alfredo Venosa, Paolo Sessa, Vincenzo Pinelli, Pasquale De Paola e Paki Palmieri – musicisti provenienti da grandi percorsi artistici che vantano collaborazioni degne di nota come: Dionne Warwick, Burt Bacharach, Tonhino Horta, Harlen Azevedo, Justin Burkman, Billy Cobham, Lucio Dalla, Mia Martini, Alex Britti, Franco Battiato, Antonella Ruggiero, Tullio De Piscopo, Edoardo Bennato, Enzo Gragnaniello, Ivo Parlati, Nino D’angelo, Sai Da Vinci, Roberto Murolo, Tony Esposito, James Senese. Nel 2008 la Positano Records pubblica l’album In Treno (in confezione Digipack con booklet di 16 pagine) e io sono qui per raccontarvelo.
Prendiamo questo treno, che ci porta in viaggio tra il Brasile e l’Argentina, tra la bossa nova, il jazz e il tango. Salvatore Schisano ci parla di sentimenti, di una vita da percorrere In treno, inseguendo il proprio cammino perché in fondo Che cos’è la vita? “Una corsa, una partita, un sorriso dopo un pianto, un passatempo, un amore, un sentimento” o forse è “Sole d’inverno, pioggia d’estate, incantesimi e fate“? Questo treno ci porta in riva al mare, dove una Luna bianca ci guarda e guida i nostri ricordi, i nostri tormenti. Salvatore Schisano ci regala Note di tango per cercare di stupire la persona amata e una cover della celeberrima La pioggia di marzo davvero ben fatta! Tra note jazz, andiamo a caccia de L’introvabile amor, de “la più grande tentazione”. Tra quattro chiacchiere e la pioggia” ci troviamo a dire Au revoir ai ricordi che fanno male, alle brutte situazioni, alle superstizioni, ad ascoltare con malinconia A voce do’ tiempo, magari in quella Piazza Massimo Troisi, dove non c’è bisogno di parole, dove basta una chitarra per farsi cullare dai ricordi.
In treno è un album davvero piacevole che fa combaciare perfettamente la tradizione partenopea con quella sudamericana. Un album pieno di malinconia, ma che si ascolta con un sorriso.

Credits

Label: Positano Records – 2008

Line-up: Pasquale De Paola (batteria) – Alfredo Venosa (basso) – Paolo Sessa (pianoforte) – Paolo Pironti (sax) – Salvatore Schisano (chitarra e voce) – Paki Palmieri (percussioni) – Enzo Pinelli (batteria)

Tracklist:

  1. In treno
  2. Che cos’è la vita
  3. Sole d’inverno
  4. Luna bianca
  5. Note di tango
  6. La pioggia di marzo
  7. L’introvabile amor
  8. Au revoir
  9. A voce do’ tiempo
  10. Piazza Massimo Troisi

Links:Sito Ufficiale,MySpace

Ti potrebbe interessare...

ork_screamnasium

Screamnasium – O.R.k.

Veniamo da un periodo pandemico, costretti ad essere rintanati in quattro mura con la paura …

Leave a Reply