Home / Recensioni / EP/Self Released / Tempi Imperfetti – Frazione Fabbrica

Tempi Imperfetti – Frazione Fabbrica

I Frazione Fabbrica nascono nel 2003 dopo l’incontro tra Matteo Cava e Carlo Falconi, rispettivamente cantante e chitarrista del gruppo. Prendono il nome dal luogo dove ha sede la sala prove nei pressi di Imola (BO). Lo scopo iniziale della band era di presentare le poesie tratte dal libro Dei Mestieri di Matteo Cava. Dopo diversi reading organizzati per la promozione del libro da parte della Bacchilega Editore di Imola, si uniscono a loro il batterista e percussionista Simone Vannini e il bassista Claudio Bianconi. Dal novembre 2004 iniziano un’intensa attività live e arrivano anche diversi riconoscimenti: finale per il 3° e 4° posto al concorso organizzato nel 2004 dal Mamilù Cafè di Imola, partecipzione a Sorsi di Rock 2005 a Castel Guelfo (BO) arrivando terzi nella classifica dei gruppi emergenti, Imola in Musica 2005. Grazie all’appoggio di diversi Assessorati alla Cultura e della Bacchilega Editore il gruppo ha la possibilità di suonare in set acustico ed elettrico-acustico presso l’antica Sala de l’Annunziata di Imola (BO) e in Piazza Sasdelli a Casola Valsenio (RA) l’11 settembre 2005, a termine dell’importante festival di teatro nazionale Casola è una Favola. Entrano anche a far parte della rassegna Questa Terra è la mia Terra, promossa dalla Compagnia Teatrale della Luna Crescente e diretta dall’attore e musicista Corrado Gambi, esibendosi al teatro comunale di Dozza (BO) il 12 novembre 2005. Si chiudono in studio e tra la fine del 2005 e l’inizio del 2006 i Frazione Fabbrica registrano in studio il demo omonimo composto da dodici canzoni che spaziano tra il rock elettrico e le canzoni d’autore. Verrà presentato in anteprima il 18 Febbraio 2006 presso il music store Willy Nilly di Imola, all’interno del progetto Live Contact, in una versione totalmente acustica. Nel 2006 partecipano alle selezioni per la manifestazione Primo Maggio Tutto L’Anno presso la Casa della Musica di Faenza e alla fase finale dell’11° Trofeo Pilastro City, piazzandosi al 14° posto su 48 gruppi finalisti. Ad Ottobre 2006 i Frazione Fabbrica sono poi stati inclusi nella TOP 100 del Premio Samigo, avendo così la possibilità di presentare il cd all’interno dello stand Samigo al MEI Faenza 2006 e di disporre di uno spazio proprio sul sito internet. Il 19 Novembre si esibiscono al Sonix Music Hall di Imola per la Finale Premio MEI Regione Emilia-Romagna 2006 e il 9 Dicembre partecipano alla fase finale del Premio Rockmagna Mia, concorso che ha visto la band aggiudicarsi il 2° posto nella finalissima tenutasi il 3 Marzo 2007 al Fuori Gioco di San Marino. Anche i media iniziano ad accorgersi di loro, tanto che all’interno del programma DEMO – Radio RAI 1 in data 19 Aprile 2007 vengono passati 2 brani dei Frazione Fabbrica. Nell’estate 2007 nasce l’album Tempi Imperfetti, registrato e mixato all’Ex Cantine Studio di Imola. Alcuni nuovi brani possono essere ascoltati e scaricati dal sito ufficiale. A fine 2007 nel gruppo entra Christian Cavina e così i Frazione Fabbrica sono al completo.
Scopriamo un po’ l’album Tempi Imperfetti. Partiamo con Messaggio Da Un Ammiratore, un pezzo che ci mostra l’anima pop dei Frazione Fabbrica. Il testo di Rockfabbrikof ci spiega come vedono il mercato discografico, con i suoi pezzi commerciali da canticchiare in macchina e ci fanno capire chiaramente cosa ne pensano. Tempi Imperfetti, ovvero l’anima più rock dei Frazione Fabbrica. Tra potenti riff di chitarra, Matteo Cava ci racconta di come, crescendo, i sogni si perdano tra cartellini da timbrare e tasse da pagare e questo ci porti un po’ a morire. I Frazione Fabbrica hanno anche un lato più melodico e ce lo mostrano nel brano Tracce Nascoste, anche se sul finale esce la rabbia tra immagini che sembrano di gioia, ma alla fine cosa nascondono? “Resto ad ammirare /L’ombra nella stanza /Mentre il mondo serra /Una città equivoca /Le mie palpebre sopra /Che non hanno profilo /Sono tapparelle abbassate /Dove tu dormi /Ed io resto sveglio“. Il romanticismo dei Frazione Fabbrica spunta ancor più chiaramente nel brano Adesso, dove Carlo Falconi con la sua armonica si alterna con la chitarra di Christian Cavina per accompagnare un testo che ti coccola. C’è anche il pop-country di James in questo interessantissimo album d’esordio. Sotto La Piramide è il brano che colpisce di più dell’intero album: domina il lato più melodico in un crescendo tra musica e parole davvero ammaliante. Chiude l’album Infetta, un brano sulla nostra società in cui l’unica soluzione per salvarsi sembra sia lasciare che l’amore infetti la vita.
I Frazione Fabbrica ci hanno regalato un album davvero valido, con testi mai banali e varietà nelle sonorità, dimostrando che non hanno niente da invidiare a band ben più blasonate. A me non resta altro da fare che augurarvi un buon ascolto!

Credits

Label: Autoprodotto – 2007

Line-up: Matteo Cava (voce, tastiera noise) – Carlo Falconi (chitarra e armoniche) – Christian Cavina (chitarra e tastiera) – Claudio Bianconi (basso) – Simone Vannini (batteria e percussioni)

Tracklist:

  1. Messaggio Da Un Ammiratore
  2. Rockfabbrikof
  3. Tempi Imperfetti
  4. Tracce Nasconste
  5. Adesso
  6. Uccellazzi
  7. James
  8. Sotto La Piramide
  9. Infetta

Links:Sito Ufficiale,MySpace

Ti potrebbe interessare...

UMG album

Mondo e Antimondo – Umberto Maria Giardini

Fuoco e ghiaccio. Coperte calde e venti gelidi. Mondo e antimondo. Dicembre inizia all’insegna della …

Un solo commento

  1. Recensione perfetta e approfondita. Mitica Katia. Grazie di esserci sempre!

Leave a Reply