Home / Recensioni / Album / Attack & Release – The Black Keys

Attack & Release – The Black Keys

Miscuglio. Parola che esprime perfettamente la mistura di generi e la divisione degli stili rock che risiedono negli undici pezzi del nuovo disco dei The Black Keys, duo carismatico adorato e osannato da quel fan utile che può essere Robert Plant. E si capisce anche perchè, oltre ad avere talento il gruppo riesce dalla prima traccia a trasportare la mente tra il rock anni settanta (All you ever wanted è davvero simile a Nobody’s fault but mine dei Led Zeppelin) a quello anni novanta di Strange Times, fino al country di Psychotic Girl in cui tanto psicotica non sembra la ragazza… più seduta su una veranda intenta a fare la maglia. Il blues di Lies e la voce di Auerbach, che ricorda il più straziante dei Jeff Buckley (anche se meno mentale), ci porta fino alla bella idea di Remember when, concepita in due lati: side A, Side B, capaci di sfoggiare una batteria splendida in controtempo in velocità supersonica, e risultano completamente slegate una dall’altra. Il resto è il solito rock che non aggiunge nulla nè toglie nulla alla fama del duo, con una vocalist in più, specie su Oceans & Streams.
Lavoro più completo rispetto a The Magic Potion del 2006 (che era meno ricercato e più energetico, ma funzionante a modo suo) con qualche scivolone alla fine, ma ben strutturato.
Finalmente un duo degno di tale nome, con la benedizione del dio del rock. Cosa volere di più?

Credits

Label: Nonesuch-2008

Line-up: Daniel Auerbach (voce e chitarra) – Patrick Carney (batteria)

Tracklist:

  1. All you ever wanted
  2. I got mine
  3. Strange times
  4. Psychotic girl
  5. Lies
  6. Remember when (side A)
  7. Remember when (side B)
  8. Same old thing
  9. So he won’t break
  10. Oceans and streams
  11. Things ain’t like they used to be

Links:Sito Ufficiale,MySpace

Ti potrebbe interessare...

ork_screamnasium

Screamnasium – O.R.k.

Veniamo da un periodo pandemico, costretti ad essere rintanati in quattro mura con la paura …

Leave a Reply