Home / Recensioni / EP/Self Released / Nel mio scrigno – Perturbazione

Nel mio scrigno – Perturbazione

21 settembre 2007: esce il nuovo singolo dei Perturbazione, Nel mio scrigno.
Interpretatelo così. Esatto, come uno scrigno. Da cercare, da aprire, da custodire come un varco che consente la scoperta di un mondo di emozioni scandite da altre nove perle preziose e rare.
Infatti, il nuovo singolo è estratto dall’album che ha visto la luce lo scorso aprile, sotto l’egida della Capitol/Emi: Pianissimo Fortissimo, ovvero un insieme di dieci capitoli di una storia bellissima che la band di Rivoli riesce a raccontare modulando i bpm sulla scia della semplicità, della schiettezza, dell’integrità e dell’eleganza della tessitura verbale e degli arrangiamenti.
Ospite d’onore ai cori di Nel mio scrigno: la voce inconfondibile di Manuel Agnelli (Afterhours).
Ancora una volta note e parole parlano ai cuori di tutti, ricordando riflessioni e esperienze che fanno parte di un percorso di vita comune e che i Perturbazione codificano nella definizione geniale di: darwinismo sentimentale. L’amore può arrivare al capolinea del suo viaggio se i binari smettono di intersecarsi e cominciano a correre paralleli fino a direzioni opposte che rimano con dubbi, tensioni… “E le certezze vanno a ruba di ora in ora” perché “nel profondo si fa strada un’altra voce e non dà pace”, allora non rimane altro da dirsi che: “i desideri nel mio scrigno/Sai che non sono i tuoi/Ti prego scusami se puoi”.

“Il pezzo è di Tommy ed è stato scritto un po’ di tempo fa, quasi non se lo ricordava più. Ci aveva sempre colpito, anche se avevamo solo il testo e non l’avevamo mai musicato. Un giorno ho proposto di riprenderlo perché mi ricordava ciò che avevano passato molti miei amici, arrivati a trent’anni. Molte coppie a quell’età si trovano sul banco di prova della vita: il maschio zuzzurellone non si accorge ancora che occorre darsi da fare, mentre lei ha già iniziato le prime esperienze lavorative… ad un certo punto suona la campana biologica e arriva la domanda :“Cosa ne facciamo del nostro progetto?”… e lui si rende conto che fino a quel punto non aveva avuto un progetto di vita… le strade cominciano a dividersi e i desideri più intimi di una persona (lo scrigno) non corrispondono più a quelli dell’altro.” – Gigi Giancursi (Dall’intervista concessami a marzo 2007).

Credits

Label: Capitol/Emi – Settembre 2007

Line-up: Tommaso Cerasuolo: (voce) – Elena Diana (violoncello) – Stefano Milano (basso) – Rossano Lo Mele (batteria) – Cristiano Lo Mele (chitarra) – Gigi Giancursi (chitarra)

Tracklist:

  1. Nel mio scrigno

Links:Sito Ufficiale,MySpace

Ti potrebbe interessare...

ork_screamnasium

Screamnasium – O.R.k.

Veniamo da un periodo pandemico, costretti ad essere rintanati in quattro mura con la paura …

2 commenti

  1. Mi dovete schiaffeggiare, solo oggi ho scoperto del nuovo singolo “nel mio scrigno….ma del resto ero sempre ad ascoltare Pianissimo Fortissimo, ed impegnato nel lavoro…. :)
    Mi rifarò!
    Un salutone e Amalia sei grande :) Kiss

  2. Questo è uno dei pezzi che mi ha colpito di più quando ho ascoltato “Pianissimo Fortissimo” (e non solo per la voce del mio amatissimo Manuel :P) e sono davvero contenta che l’abbiano scelto come singolo :)

Leave a Reply